q Collettiva "Il paesaggio nello spazio" degli studenti dell’Istituto Italiano di Fotografia - Istituto Italiano di Fotografia

Collettiva “Il paesaggio nello spazio” degli studenti dell’Istituto Italiano di Fotografia

Home - Events - Mostre - Collettiva “Il paesaggio nello spazio” degli studenti dell’Istituto Italiano di Fotografia

DATA INIZIO EVENTO

17 Marzo 2019 18:00

DATA FINE EVENTO

28 Aprile 2019 18:30

LOCATION

Palazzo Marliani-Cicogna, Piazza Vittorio Emanuele II, 2, 21052 Busto Arsizio VA

IL PAESAGGIO NELLO SPAZIO, progetto fotografico degli studenti dell’Istituto Italiano di Fotografia curato da Erminio Annunzi

In occasione del Festival Fotografico Europeo, Istituto Italiano di Fotografia propone la mostra fotografica collettiva “Il paesaggio nello spazio” con gli scatti degli studenti del secondo anno del Corso Professionale Biennale di Fotografia. La mostra, curata da Erminio Annunzi e ospitata della prestigiosa sede di Palazzo Marliani-Cicogna a Busto Arsizio (VA) fino al 28 aprile 2019, sarà inaugurata domenica 17 marzo 2019 alle ore 18:00.

La rappresentazione dello spazio è un compito arduo per la fotografia. Da un punto di vista fisico, si tratta di ridurre un concetto tridimensionale, altezza, larghezza e lunghezza, in uno compresso e limitato come lo spazio fotografico, che è fornito di sole due dimensioni; inoltre c’è pure da considerare il rapporto con il tempo che lo spazio allaccia sistematicamente ad ogni soffio di otturatore.
In questo ultimo caso ci troviamo ad affrontare la dicotomia dello spazio fotografico, ovvero se in relazione al tempo, lo spazio è “agito” o “agente”.
Prendendo in esame la fotografia, come se fosse un puro testimone più o meno cosciente, ci troveremmo ad analizzare il puro accadimento del reale, quindi un insieme “esterno” alla fotografia stessa e questo pone termine al valore dell’azione linguistica inserita nell’immagine. Tale concetto è stato ben analizzato da Viviana Gravano che in un suo scritto pubblicato sul libro “Le idee della fotografia” di Claudio Marra cita “La dinamica interna dell’immagine non dipende affatto dall’azione che vi viene tracciata, impressa, o imprigionata, ma è l’azione linguistica insita nell’immagine che risponde a sue dinamiche interne: fotografare un evento non vuole dire riprodurre il tempo e lo spazio di quell’evento, ma vuol dire creare il tempo e lo spazio di riproduzione di quell’evento”.
Per risolvere questi “piccoli” problemi, ci vengono incontro molti artifici visivi e compositivi: i colori, la variazione tonale, la geometria, le forme, la prospettiva piana e molto altro ancora.

Di diversa natura è la rappresentazione concettuale dello spazio, perché non si deve affrontare il problema attraverso la sola riproduzione spaziale, bensì è necessario che lo spazio sia un contenitore di forma non definita in cui, la commedia/tragedia dell’umano destino, si manifesta in un gioco dove i ruoli, tra luogo stesso e umano agire, si intersecano strettamente creando un unicum visivo.
L’uomo non è il solo giocatore autorizzato a giocare nello spazio, lo fa anche la natura, la quale piega le regole del gioco stesso secondo principi creativi ed evolutivi propri, oggi molto distanti dal procedere umano, il quale è concentrato unicamente su valori economici e di fruibilità ludica.
Possiamo affermare che questi due player giocano sullo stesso tavolo ma con regole diverse e sostanzialmente in contrapposizione tra di loro.
Queste sono le premesse del lavoro svolto dagli studenti dell’Istituto Italiano di Fotografia: un’indagine che si è concentrata non solo sulla riproduzione spaziale fotografica ma anche sul principio di spazio concettuale in relazione alle “forme” ed al “tempo” insite nelle idee della rappresentazione fotografica.
Questo lavoro, svolto a più mani, mette in risalto le opportunità linguistiche espressive proprie della forma fotografica, che non è semplicemente legata alla riproduzione dello spazio e del tempo in quanto tali ma piuttosto alla forma e alle sostanze delle idee.

Erminio Annunzi

Autori in mostra: Claudete Alves Cardoso – Matteo Bellomi – Elena Benvenuto – Matteo Carlin – Constanza Delvecchio – Simon Fiorentino – Alessandra Gennari – Tommaso Lavegas – Martina Maiello – Elena Maldifassi – Clara Parmigiani – Jason Rubini – Veronica Maria Chiara Sala – Beatrice Sana Gallone

Inaugurazione: domenica 17 marzo 2019, ore 18:00

Ingresso gratuito.

Palazzo Marliani-Cicogna
Piazza Vittorio Emanuele II, 2, 21052 Busto Arsizio, VA

In mostra fino a 28 aprile 2019

Orari: da martedì a sabato, dalle 14:30 alle 18:30; domenica, dalle 15:00 alle 18:30; lunedì chiuso

Per info: Lucija Hrvat | press@iifmilano.com | 02 58105598 | 02 58107139

DATA INIZIO EVENTO

17 Marzo 2019 18:00

DATA FINE EVENTO

28 Aprile 2019 18:30

LOCATION

Palazzo Marliani-Cicogna, Piazza Vittorio Emanuele II, 2, 21052 Busto Arsizio VA

Scopri i nostri corsi di fotografia

L’offerta formativa IIF parte dalle aule per muoversi sul set, immergendo subito lo studente nella realtà della fotografia professionale.